Lo statuto

Lo statuto approvato dall’Assemblea Ordinaria e Straordinaria dei Soci del 26 marzo 2004

TITOLO I
SCOPI

Articolo 1

Il Gruppo Puglia Grotte, costituitosi a Castellana-Grotte il 16.11.1971, ed operante da quella data, si prefigge lo studio, la divulgazione, la tutela e la salvaguardia del fenomeno carsico e di tutte le manifestazioni ad essa connesse. Per conseguire tali finalità il Gruppo Puglia Grotte può editare e diffondere libri, prodotti multimediali e audiovisivi, organizzare corsi, convegni congressi e simposi, partecipare in Società – anche di capitali, assumere incarichi di consulenza tecnica e scientifica, che abbiano come scopi quelli affini agli interessi del Gruppo Puglia Grotte; promuove l’attività escursionistica al fine della tutela e salvaguardia del patrimonio naturalistico e ambientale.
Il Gruppo Puglia Grotte collabora con la Società Speleologica Italiana, con la Federazione Speleologica Pugliese, con il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico, con Gruppi o Enti specializzati, anche costituiti in altri Paesi.
Nel rispetto dei principi statutari il Gruppo Puglia Grotte può partecipare a progetti proposti e finanziati dall’Unione Europea e da altri organismi Nazionali ed Internazionali, anche non governativi, aventi come finalità lo studio, la diffusione, la valorizzazione del fenomeno carsico e ogni manifestazione ad esso connessa.

Articolo 2

Il Gruppo Puglia Grotte è un’associazione senza scopo di lucro.
A tal fine prevede:

  1. il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell’organizzazione;
  2. l’obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

TITOLO II
SOCI

Articolo 3

Dell’Associazione fanno parte i Soci ONORARI, i Soci ORDINARI ed i SIMPATIZZANTI.
Sono Soci Onorari le persone più qualificate e rappresentative della Speleologia e coloro che hanno sostenuto e favorito in modo particolare l’attività del Gruppo Puglia Grotte. Essi sono designati dall’Assemblea dei Soci, che può valutare segnalazioni rivenienti da organismi, anche pubblici, specializzati nell’ambito di intervento del Gruppo Puglia Grotte.
Sono Soci Ordinari coloro i quali abbiano raggiunto la maggiore età e acquisito particolari competenze nell’ambito della Speleologia superando un Corso omologato dalla Commissione Nazionale Scuole di Speleologia della Società Speleologica Italiana (CNSS-SSI), o da altra equipollente struttura, purché riconosciuta.
Per essere ammessi al Gruppo Puglia Grotte quali Soci Ordinari, presa visione dello Statuto e del Regolamento vigente, occorre presentare al Consiglio Direttivo domanda scritta documentando le esperienze, ed eventualmente i titoli acquisiti nel settore della Speleologia.
Sono SIMPATIZZANTI coloro i quali pur condividendo gli scopi e la finalità statutarie del Gruppo Puglia Grotte, per loro scelta o per mancanza dei requisiti necessari per essere Soci Ordinari, partecipano alle attività di studio, di ricerca, di promozione che lo stesso Gruppo promuove ed organizza a favore dei Soci Ordinari, sostenendone con il loro contributo i fini istituzionali.

Articolo 4

I Soci Ordinari sono tenuti a versare una quota annua il cui ammontare e termine viene stabilito dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo.
La quota è intrasmissibile e non può essere soggetto di rivalutazione contabile come previsto dall’art. 111 T.U.I.R. DPR 917/86 come modificato dal D.Leg. n. 460/97.
I Simpatizzanti sostengono i fini del Gruppo Puglia Grotte con il versamento di un contributo annuale il cui ammontare minimo viene indicato dall’Assemblea dei Soci su proposta del Consiglio Direttivo.

Articolo 5

La qualifica di Socio e quella di Simpatizzante si perde per:

  1. dimissioni scritte o decesso;
  2. violazione dello Statuto o comportamento lesivo dell’immagine e del funzionamento del Gruppo stesso;
  3. limitatamente alle figure di Soci Ordinario e di Simpatizzante, per il mancato pagamento della quota Sociale.

Il Consiglio Direttivo, per i motivi suddetti, decide la decadenza del Socio.
Avverso tutte le delibere che determinano la perdita della qualifica di Socio è ammesso il ricorso in Assemblea.

Articolo 6

I Soci hanno diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello Statuto e dei Regolamenti e per la nomina degli organi direttivi del Gruppo Puglia Grotte.

Articolo 7

Il Gruppo Puglia Grotte adotta i principi di libera eleggibilità degli organi amministrativi, del voto singolo di cui all’art. 2532, Co. 2, del Codice Civile e della sovranità dell’Assemblea dei Soci (vedi art. 111, Co. 4 quinques, lettera E del T.U. delle imposte sui redditi come modificato dall’art. 5 D.Lgs. n. 460 del 04.12.1997).

TITOLO III
ORGANI DEL GRUPPO

Articolo 8

Assemblea del Gruppo Puglia Grotte

Fanno parte dell’Assemblea i Soci Onorari e tutti i Soci Ordinari in regola con il pagamento della quota Sociale.
L’Assemblea:

  1. elegge il Presidente, il Consiglio Direttivo e i Revisori dei Conti;
  2. stabilisce le linee programmatiche dell’attività;
  3. approva il bilancio consuntivo e delibera il bilancio preventivo;
  4. autorizza le spese che superano il bilancio assumendone l’onere;
  5. nomina i Soci Onorari;
  6. esprime la sfiducia nei confronti del Consiglio Direttivo e sulle sue decisioni;
  7. ratifica l’espulsione dei Soci;
  8. modifica il presente Statuto Sociale;
  9. decide lo scioglimento del Gruppo Puglia Grotte;
  10. approva i Regolamenti su proposta del Consiglio Direttivo.

Articolo 9

L’Assemblea dei Soci viene convocata dal Consiglio Direttivo in forma ORDINARIA una volta all’anno, nel mese di marzo, tramite una convocazione contenente l’ordine del giorno. Tale convocazione deve essere resa nota mediante affissione e recapito da effettuarsi almeno dieci giorni prima.
L’Assemblea può essere convocata in forma STRAORDINARIA:

  1. dal Consiglio Direttivo;
  2. da almeno 1/3 dei Soci;
  3. dai Revisori dei Conti per motivi finanziari.

Articolo 10

L’Assemblea per:

  1. eleggere il Presidente, il Consiglio Direttivo e i Revisori dei Conti;
  2. stabilire le linee programmatiche dell’attività;
  3. approvare il bilancio consuntivo e deliberare sul bilancio preventivo;
  4. nominare i Soci Onorari;
  5. approvare i regolamenti;

è valida in prima convocazione se sono presenti almeno la metà più uno dei Soci, in seconda convocazione, da tenersi almeno 24 ore dopo la convocazione della prima, qualunque sia il numero dei presenti. Le decisioni vengono assunte con la maggioranza semplice.

L’Assemblea per:

  1. la modifica dello Statuto Sociale;
  2. la sfiducia e il ricorso nei confronti del Consiglio Direttivo;
  3. ratificare l’espulsione dei Soci;è valida se sono presenti i 2/3 dei Soci.

Le decisioni vengono assunte a maggioranza assoluta dei Soci.

L’Assemblea per:

  1. autorizzare le spese che superano il bilancio;
  2. decidere lo scioglimento del Gruppo;delibera se ottiene il voto favorevole di almeno ¾ dei Soci.

Articolo 11

L’Assemblea è presieduta da un Socio scelto con voto palese. Egli nomina il segretario e, in caso di votazioni, nomina due scrutatori.

Articolo 12

Le elezioni per il Presidente, per il Consiglio Direttivo, per il collegio dei Revisori dei Conti e ogni qualvolta se ne riscontri l’opportunità avvengono in forma segreta.
Risultano eletti i Soci che hanno ottenuto il maggior numero dei voti; in caso di parità risulta eletto il Socio con maggiore anzianità di Gruppo ed in caso di ulteriore parità il Socio di maggiore età.
E’ istituito il libro dei verbali dell’Assemblea che è redatto dal Segretario della stessa e firmato dal Presidente dell’Assemblea, dal Segretario e dagli Scrutatori in caso di votazione.

Articolo 13

Consiglio Direttivo del Gruppo Puglia Grotte

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente e da n. 6 Consiglieri.
Il Consiglio Direttivo delega ai consiglieri le attività proprie del Gruppo.
Le attività delegate sono curate da:

  • n. 1 Segretario;
  • n. 1 Tesoriere;
  • n. 2 Responsabili del settore tecnico;
  • n. 1 Responsabile del settore Scientifico;
  • n. 1 Responsabile del settore Escursionistico-Ambientalistico.

Tra i Consiglieri, indipendentemente dalle precedenti cariche, viene nominato dal Consiglio Direttivo il Vice-presidente che sostituisce il presidente in caso di assenza o impedimento. Egli può essere occasionale coadiutore del Presidente o da questi ricevere specifiche deleghe.

Articolo 14

Il Segretario compila i verbali delle sedute del Consiglio Direttivo ed è responsabile della tenuta del libro verbali; cura il disbrigo della corrispondenza e l’archivio del Gruppo.

Articolo 15

Il Tesoriere firma con il Presidente gli atti amministrativi, provvede alla gestione dei fondi del Gruppo secondo le disposizioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. E’ responsabile della Cassa del Gruppo e il Consiglio Direttivo e i Revisori dei Conti possono chiedergliene conto ogni qual volta lo ritengano opportuno.
Al termine di ogni anno solare redige il rendiconto economico-finanziario, ai sensi dell’art. 111 Co. 4 quinques, lett. D del T.U. sulle imposte sui redditi, modificato dall’art. 5 del D.Lgs. n. 460 del 04.12.1997.

Articolo 16

I responsabili del Settore Tecnico sono due componenti del Consiglio Direttivo.
Essi, seguendo le direttive dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, coordinano le attività tecnico-pratiche, scelgono tra i Soci altri collaboratori e coordinano le uscite.
Sono responsabili del magazzino del materiale in esso depositato: propongono nuovi acquisti, controllano lo stato di efficienza del materiale; comunicano perdite e/o rotture degli stessi, hanno in affidamento e fanno compilare il libro uscite, il libro prelievo materiale, il libro inventario attrezzature – materiali – suppellettili del Gruppo.

Articolo 17

Il responsabile del Settore Scientifico è un componente del Consiglio Direttivo; egli promuove, segue e coordina la ricerca scientifica; è responsabile della Biblioteca, del settore audio visivo, ordina il materiale esistente e propone nuovi acquisti; cura l’aggiornamento e la stesura delle schede catastali; organizza un Comitato di Redazione per la pubblicazione dei Quaderni, del Bollettino e di altri articoli, avvalendosi della collaborazione di altri Soci.

Articolo 18

Il responsabile del Settore Escursionistico-Ambientalistico coordina l’attività escursionistica e promuove ogni iniziativa finalizzata alla tutela e salvaguardia del patrimonio naturalistico e ambientalistico-paesaggistico.

Articolo 19

Il Presidente dà attuazione alle delibere dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo. Rappresenta il Gruppo e garantisce l’applicazione del presente Statuto; convoca il Consiglio Direttivo e in casi gravi e urgenti prende gli opportuni provvedimenti che dovranno essere successivamente ratificati dallo stesso Consiglio Direttivo. Affianca ogni singolo componente il Consiglio Direttivo nella specificità delle sue mansioni, ne approva e ne sostiene l’operato.
Cura i rapporti con strutture esterne quali, Enti Locali, Pubblici e Privati, Società ed altri. Può eventualmente delegare alcune sue mansioni al Vice Presidente o ad altri componenti il Consiglio Direttivo.

Articolo 20

La firma Sociale spetta congiuntamente al Presidente e al Tesoriere, per singole operazioni, per il compimento degli atti di ordinaria amministrazione quali:

  1. l’apertura di conti correnti, di libretti di deposito, sottoscrivere dei titoli di stato, nonché dare disposizioni per l’Italia e per l’estero per operare su detti conti;
  2. incassare somme e quanto altro dovuto al Gruppo da chiunque, anche sotto forma di contributi, rilasciando quietanze e discarichi nelle forme richieste;
  3. riscuotere vaglia postali e telegrafici, buoni, chéque ed assegni di qualsiasi specie e di qualsiasi ammontare, rimesse bancarie oltre che mandati dagli uffici pubblici di qualsiasi sede, in Italia e all’estero;
  4. tenere i libri contabili del Gruppo Puglia Grotte e relativa documentazione, compiere tutti gli atti richiesti dai competenti uffici postali e tributari, emettere ricevute e fatture con relative quietanze;
  5. fare qualsiasi operazione presso l’Ente Poste, compreso l’apertura dei Conti Correnti Postali e relative operazioni di versamento e di prelievo.

Per operazioni il cui ammontare globale non superi € 500,00 la firma Sociale spetta disgiuntamente al Presidente o al Tesoriere.

Articolo 21

Il Consiglio Direttivo nel suo insieme ha i seguenti compiti:

  1. coordina e promuove l’attività del Gruppo in armonia con le direttive dell’Assemblea;
  2. decide le spese entro i limiti del bilancio;
  3. autorizza i Soci ad usare il nome del Gruppo Puglia Grotte per articoli, congressi, proiezioni, conferenze, ecc.
  4. coordina le uscite, compila il resoconto annuale dell’attività, del magazzino e della cassa;
  5. prende provvedimenti nei confronti dei Soci;
  6. regola il funzionamento dei vari settori di competenza del Gruppo.

Articolo 22

Il Presidente e il Consiglio Direttivo sono eletti dall’Assemblea dei Soci e restano in carica un triennio. Decadono per dimissioni dei suoi componenti, per sfiducia dell’Assemblea dei Soci o per la perdita dello status di Socio.

Articolo 23

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono aperte a tutti i Soci e sono convocate dal Presidente o da almeno due Consiglieri mediante convocazione da affiggere in bacheca e invito scritto ai componenti del Consiglio Direttivo almeno cinque giorni prima. La convocazione e l’invito devono contenere l’ordine del giorno.
Il Consigliere che manca a tre sedute consecutive è, salvo giustificato motivo, considerato dimissionario e sostituito da colui che lo segue in graduatoria nelle ultime elezioni. Eventualmente si procederà ad una nuova distribuzione delle cariche.
Nel caso di dimissioni del Presidente si provvederà a nuova elezione; il nuovo eletto resterà in carica fino alla naturale scadenza del Consiglio Direttivo.
Se nell’arco dei tre anni si rendessero vacanti, per dimissioni, più di due cariche di Consigliere si dovranno indire nuove elezioni.

Articolo 24

Le riunioni del Consiglio direttivo sono valide in presenza di almeno quattro componenti il Consiglio Direttivo medesimo.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice e in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Contro ogni decisione del Consiglio Direttivo è ammesso ricorso in Assemblea.
I verbali delle riunioni portano la firma del Presidente e del Segretario.

Articolo 25

Collegio dei Revisori dei Conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti è costituito da tre Soci eletti dall’Assemblea dei Soci, i quali durano in carica un triennio.

Articolo 26

I Revisori dovranno accertare la regolare tenuta della contabilità e la consistenza di cassa e procedere, in qualsiasi momento, ad atti di ispezione e controllo interpellando il Tesoriere e il Presidente.Redigono una relazione annuale sui bilanci.
Per motivi finanziari possono convocare in forma straordinaria l’Assemblea dei Soci.

TITOLO IV
PROVENTI DEL GRUPPO PUGLIA GROTTE

Articolo 27

Le entrate del Gruppo Puglia Grotte sono costituite da:

  1. quote associative;
  2. elargizioni, contributi, sovvenzioni, lasciti, a qualsiasi titolo conferiti o dati;
  3. eventuali proventi rivenienti dall’attività del Gruppo Puglia Grotte;
  4. interessi bancari e di titoli;
  5. utili rivenienti dalla partecipazione a Società.

TITOLO V
SCIOGLIMENTO DEL GRUPPO PUGLIA GROTTE

Articolo 28

Lo scioglimento del Gruppo Puglia Grotte richiede specifica convocazione di un’Assemblea Straordinaria con il consenso di almeno 3/4 dei Soci.
Il patrimonio, in caso di scioglimento per qualunque causa, sarà devoluto ad altre organizzazioni senza fine di lucro finalizzate al progresso della speleologia e alla difesa dell’ambiente carsico ed ipogeo.

Articolo 29

I Simpatizzanti, al momento della domanda di partecipazione, sono tenuti a prendere visione del presente Statuto, dichiarando di condividere gli scopi ed i principi ispiratori del Gruppo Puglia Grotte.

DISPOSIZIONE TRANSITORIA

  1. I Soci iscritti nel libro dei Soci del Gruppo Puglia Grotte ONLUS alla data di approvazione del presente Statuto sono iscritti nel libro dei Soci del Gruppo Puglia Grotte, con salvezza di ogni diritto da loro acquisito purché non in contrasto con il presente Statuto.
  2. Il patrimonio composto da tutti i beni mobili e immobili a qualsiasi titolo acquisito in diritto, anche di godimento, dal Gruppo Puglia Grotte ONLUS è trasferito al Gruppo Puglia Grotte alla data di approvazione del presente Statuto.
  3. Il Gruppo Puglia Grotte subentra in tutti i rapporti patrimoniali ed economici di cui alla data di approvazione del presente Statuto risulta essere titolare il Gruppo Puglia Grotte ONLUS.
  4. Tutte le cariche elettive (Presidente, Consiglio Direttivo e Revisori dei Conti) del Gruppo Puglia Grotte ONLUS sono nominate per il Gruppo Puglia Grotte fino alla naturale scadenza del mandato, al solo fine di garantire la continuità operativa e funzionale del Gruppo senza alcuna possibilità di proroga.

Lascia un Commento